Pubblicità

asocialità (1515016780691)

0
condivisioni

on . Postato in Altro | Letto 1123 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

asocialitàmirabella, 37

domanda

 

 

Gentile Dottore,
purtroppo ho un ex amico se così si può definire che a suo dire è affetto da asocialità,interagisce solo tramite chat e odia i telefoni.

Lui mi ha sempre raccontato di una sua difficoltà ad interagire con gli altri nonchè con le donne. Dice di essere timido e il più delle volte con bassa autostima,preferisce lo stare solo e odia le festività.

Mi ha raccontato che quanto mi conobbe tanti anni fa.il suo desiderio era di baciarmi ma non lo fece vista la sua timidezza.Il suo coraggio emerge solo se beve e mi ha raccontato di aver baciato qualcuna,ma poi il giorno dopo non aver neanche chiamato la persona in questione.

Ordunque,io ho sempre cercato a modo mio di stargli vicino anche tramite chat,purtroppo la cosa è degenerata perchè alla richiesta di una mia chiamata per sentirlo dopo tanto tempo e per dargli gli auguri di Natale,si è negato dicendomi che lui è asociale,che non lo conosco per questo mi sembra strano.

Ci sono rimasta malissimo,allora decisi di metterlo alla prova per vedere quando ci tenesse.Gli ho chiesto di bloccarmi da fb in virtù dei suoi comportamenti spiacevoli nei miei confronti,mi ha risposto che se era un mio desiderio l'avrebbe fatto;mi ha augurato una buona vita e che lui non aveva niente contro di me.Gli ho risposto che invece io non gliela auguravo visto i suoi comportamenti verso gli altri.Mi manca tantissimo anche perchè avrei desiderato qualcosa in più da lui.

Dottore,quando lo conobbi,desideravo stargli accanto e viverlo,purtroppo la distanza e i miei problemi personali mi fecero desistere dall'idea anche perchè io non sapevo se potevo piacergli in qualche modo,cosa che è sorta dopo tanto tempo.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

risposta

 

 

Salve mirabella,
la sua dichiarazione di difficoltà nella relazione con questo suo (ex)amico fa intuire quanto questa persona a Lei sia cara.

Ciò che racconta sembra la storia di un’attrazione e forse di un amore mai veramente dichiarato. La difficoltà a comunicarsi un sentimento è qualcosa da ricercare in se stessi piuttosto che nell’altro… forse l’utilizzo della chat per parlare e cercare un appagamento sociale è una forma di protezione dietro uno schermo e questo è qualcosa che riguarda tanto il suo amico quanto Lei che ha colluso con questo suo gioco di socialità/asocialità.

Allo stesso modo, chiedere di chiudere una relazione sul piano virtuale, può allo stesso tempo dare la possibilità di proteggersi da una sofferenza maggiore e di non assumersi la giusta quota di responsabilità circa la chiusura, ma, ridefinendo in positivo, da anche la possibilità di approfondire la relazione su un piano reale.

Piuttosto che una chiusura definitiva, è possibile rivedere questa vicenda come una possibilità di ricreare una relazione che sia incentrata piuttosto che sul virtuale, su una rapporto reale, anche alla luce dell’interesse reciproco maturato.

Cordialemente

Pubblicato il 07/02/2018

 

A cura del Dottor Vito Leone

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita asocialità,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

Adaptive Information Processin…

Secondo questo modello, per conferire senso agli stimoli in entrata, le nuove esperienze vengono assimilate all’interno di preesistenti network mnestici. &nb...

News Letters

0
condivisioni