Pubblicità

Sogni (1493896670586)

0
condivisioni

on . Postato in Altro | Letto 781 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

marco, 50le risposte dellesperto

 

 

 

 

 

domanda

 

 

Buongiorno, potreste aiutarmi a comprendere un sogno/incubo ricorrente? Si ripete con poche varianti almeno un paio di volte al mese da diverso tempo e mi lascia stordito e spaventato al risveglio ed il senso di malessere persiste per alcuni giorni. il sogno è questo: Mi trovo nella casa della mia ex compagna (relazione durata 10 anni e finita da otto)so che la porta è chiusa a chiave e non posso uscire. Siano noi due, di solito a letto e stiamo facendo sesso ma io non lo voglio fare, mi sento come violentato e a volte vedo anche il sangue che esce dal mio pene.

Nel sogno provo terrore al pensiero di essere tornato con la mia ex e vorrei scappare ma non mi muovo, resto li con lei. Poi finalmente riesco a svegliarmi, ho il cuore a mille e quando mi rendo conto che è solo un sogno e che la mia attuale fidanzata dorme li con me riesco a calmarmi.

Questa brutta sensazione mi resta addosso per qualche ora e poi lentamente scompare. Cosa può voler dire il ripetersi di questo sogno? Premetto che il pensiero di poter tornare con la mia ex non mi sfiora neppure , anzi mi da fastidio solo pensarci.

Grazie , buona serata

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

risposta

 

 

 Gentile Marco, dal racconto del suo sogno emerge spavento, sensazione di malessere lasciato dalla visione di un rapporto con la tua ex finito da otto  e durato 10 anni. Scrivi che il solo pensarci le da' fastidio.

Il sogno può essere un messaggio inconscio rispetto ad un  vissuto emozionale o ad un bisogno che nella realtà quotidiana non è stato soddisfatto. (gestalt aperta).
 
scrive" ...Nel sogno provo terrore al pensiero di essere tornato con la mia ex e vorrei scappare ma non mi muovo, resto li con lei" ... Il terrore e l'impotenza nel lasciare andare sembrano i due temi/messaggi che verbalizza anche nella realtà  "..Premetto che il pensiero di poter tornare con la mia ex non mi sfiora neppure, anzi mi da fastidio solo pensarci"

Immagino che sia stato difficile interrompere il rapporto con la sua ex e  mi chiedo se questo in qualche modo possa essere stato per lei un vissuto traumatico. Come ha vissuto la separazione da questa donna?

Sembra che lei per qualche ragione attualmente sia riportato a quella esperienza vissuta negativamente, come un elastico impedendole di vivere serenamente la sua vita quotidiana. Mi domando e le chiedo nel suo rapporto attuale ha rivisto e/o rimesso in atto atteggiamenti, sentito o detto  parole che ha vissuto nel suo  precedente rapporto?

Ogni rapporto sentimentale o sessuale è un rapporto a sè. Di che cosa ha bisogno oggi per poter mettere da parte in modo sereno il ricordo del suo ex rapporto? e cosa sente protettivo per lei, in questo momento per vivere il suo nuovo rapporto d'amore?

se pensa che per lei sia faticoso o doloroso riflettere su queste domande, le consiglio di rivolgersi personalmente ad un collega, in modo che possa trovare con lei, le strategie più efficaci per proteggersi e dare risposta ai suoi interrogativi.

 

A cura della Dottoressa Silvia Errico

 

 

 

Pubblicato in data 09/05/2017

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita sogni,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Dipsomania

Per dipSomania si intende una patologia  caratterizzata da un irresistibile desiderio di ingerire bevande alcoliche. Per Dipsomania ( gr. δίψα "sete" e ...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

News Letters

0
condivisioni