Pubblicità

Depressione e autostima (1466949040898)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 1420 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoBarbara, 46

 

D

 

 

Buongiorno ho 46 anni,sono disoccupata,divorziata.Ho un figlio di 17 anni che vedo una settimana si e una no consensualmente con il padre.Ho avuto un rapporto affettivo finito dopo nove anni con una persona non italiana.

Sono devastata ,mi sento una fallita e mi sto allontanando da tutti quelli che amo.(amici,familiari).Io ero una persona sempre pronta ad uscire,ora trovo qualsiasi scusa per stare chiusa in casa.

Ho rifiutato un lavoro perché sono convinta di non farcela e pochi rapporti interpersonali.Sto malissimo e non. dormo molto. Sono aumentata pure di peso.Aiutatemi!....BARBARA.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 

 


Gentile Barbara
la sua grande sofferenza è intimamente legata e determinata dal momento di lutto che sta attraversando. Lei ha perso la sua sicurezza di base e i suoi rapporti con il mondo esterno sono cambiati e diventati di "vetro", ovvero molto fragili.

L'inaccettabilità per ciò che le è accaduto è il pensiero latente che l'accompagna nelle ore della giornata. Come fare dunque per uscire dal lutto e superare la propria tristezza e imparare di nuovo a vivere?

In prima battuta le consiglierei di iniziare, come ben sottolinea la psicoanalista Anne Ancelin Schutzenberger, a prendersi cura di se stessa durante questo periodo di afflizione.

Ciò significa curare il proprio corpo, seguendo un regime alimentare sano e facendo movimento (altamente consigliato anche per scaricare energie psichiche che intossicano l'anima) e seguire una psicoterapia individuale (rivolgendosi ai servizi pubblici, es.Consultorio Familiare, del suo territorio può usufruire di un percorso psicologico gratuito).

Come afferma Anne Ancelin Schutzenberger : "E' proprio  durante questo periodo di lutto, in cui è difficile prendere decisioni, che occorre adottare nuove abitudini e, innanzitutto, fare delle scelte", per ripristinare il senso di utilità e funzionalità di se stessa.


Buona fortuna!
Un caro saluto


Dr.ssa Valentina Bonaccio

 

A cura della Dottoressa Valentina Bonaccio

 

Pubblicato in data 05/07/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: depressione supporto psicologico disoccupata rapporto terminato partner straniero senso di fallimento pochi rapporti interpersonali fraglità prendersi cura di sè

0
condivisioni

Guarda anche...

Depressione

Cultura e depressione

La cultura può influenzare il nostro modo di sentire ed esprimere le emozioni? Può uno stesso sintomo o disturbo mentale essere esperito in modo completamente diverso tra le diverse culture? Subito dopo...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Sindrome ipercinetica

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

News Letters

0
condivisioni