Pubblicità

Disturbi Ossessivi (1444655969922)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 1707 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoJessy, 25

 

D

 


Salve.
Mi rivolgo a lei per spiegarle il mio problema e capire io stessa se ho veramente bisogno di un colloquio "faccia a faccia".

All'incirca 1 anno fa ho avuto dei problemi di salute..ho fatto tutti gli accertamenti con risultati negativi. Il mio problema principale è che avevo dei forti sbandamenti di testa. Anche se però tutti gli esami erano stati negativi continuavo ad avere un unico pensiero nella testa, e cioè che avevo un tumore. Ho passato 1 mese malissimo..non riuscivo a dormire la notte, non mangiavo nemmeno più, cosicchè mia mamma si è accorta che c'era qualcosa che non andava e mi ha portata dal medico. Lui per far sì che questo pensiero poteva togliersi dalla mia mente mi ha consigliato di fare una risonanza magnetica. Eseguita le risposte sono state negative. Mi sono tranquillizzata per un periodo però poi il pensiero è tornato a sovrastarmi..qualsiasi piccolo malessere che avevo, sia io sia i miei cari, pensavo sempre a quello...sentivo diversi casi di persone con questa malattia e questo mi metteva KO.
Purtroppo il mio lavoro non mi aiuta per niente, in quanto lavorando in un ufficio da sola non ho con chi scambiare 2 parole e quindi sono sempre giù di umore. Poi però mi succede che alcune volte sto benissimo e subito mi si ripresenta quel pensiero davanti e ricado subito nel tunnel buio. Ho anche parlato con il mio medico di questo mio problema..mi ha dato delle gocce che ho preso per un periodo e mi hanno aiutato, però poi non mi hanno fatto più nulla.
Lei, dopo aver letto queste mie parole, a che conclusione può giungere?
La ringrazio per l'attenzione,
Cordiali Saluti.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 


Gentile Jessy,
l'aver escluso una probabile patologia fisica sposta il focus attentivo della situazione su un altro piano, quello psicologico. Spesso ciò che non è metabolizzabile per la nostra psiche viene espresso in soluzione organica. Mi spiego meglio. Ciò che non trova uno spazio di digeribilità mentale interno, per i più diversi motivi, razionali e non, consci o inconsci, viene convertito e smaltito a livello corporeo. Il corpo spesso è più consapevole di noi e dei nostri conflitti interni. Il suo malessere fisico è un probabile campanello di allarme che attende di essere decodificato. Avere uno spazio idoneo per poter vedere, conoscere e contenere ciò che il “sintomo” rappresenta, diventa necessario. A tal proposito il setting psicologico è la più adeguata cornice di riferimento per affrontare la sua situazione.
Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Bonaccio

 

(a cura della Dottoressa Valentina Bonaccio)

 

Pubblicato in data 24/10/2015

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

 

Tags: problemi di salute disturbiossessivi

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

Melatonina

Omone secreto dai pinealociti della ghiandola pineale (o epifisi), derivato dalla serotonina, regolatore dei ritmi circadiani.   Il ruolo più noto dell...

News Letters

0
condivisioni