Pubblicità

I blog di Psiconline

0
condivisioni
Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

Rimozione, Negazione: il Giorno della Memoria

rimozione e negazioneIl giorno della memoria è un giorno in cui nella mente di ogni persona scivolano immagini, sequenze di films che richiamano il terrore, la catastrofe dell'essere umano. La giornata dell'Olocausto è la giornata della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, dei campi di concentramento nazisti: 1° novembre 2005 Assemblea generale delle Nazioni Unite.

La necessità di istituzionalizzare il ricordo di un giorno, per fissare il manifestarsi perverso, sadico, violento, negante, normalizzante, ambivalente, indefinibile  e distruttivo del comportamento umano, evidenzia come sia facile cancellare e consegnare all'oblio la memoria.

Continua a leggere
  1810 Visite
1810 Visite

Feticcio Agenda

agenda feticcioDal diario di un lunatico marziano atterrato sul pianeta terra il primo gennaio duemiladiciassette.

« Cara, non posso iniziare l'anno nuovo senza avere nella mia cartella la nuova agenda, mi sentirei perso, ho la necessità di sentire tra le mani qualcosa che mi permetta di ascoltare, accarezzare ciò che mi accadrà.

Devo andare subito a comprare la mia agenda, deve essere di color...non ho ancora deciso il colore; il rosso è troppo erotico, è bello, mi stimola, ma da troppo nell'occhio, forse è meglio il nero, si però è monotono, troppo professionale da in, mi mette una certa tristezza, però è serio e quando lo tocco mi eccito, non so perché, è così attraente.

Continua a leggere
  1454 Visite
1454 Visite

Santa Claus e Gesù di Nazareth: l'Archetipo

natale archetipoI riti, le ricorrenze in occidente sono scritte sul calendario gregoriano del 1582 e scandiscono le tappe dei 365/366 giorni, tra queste c'è la ricorrenza di Natale che evoca due personaggi importanti: uno è un vecchio grasso con la barba trainato da un carro guidato da renne o da un cavallo alato, l'altro è un neonato, un bambino nato in una grotta o in una capanna.

I due personaggi si contendono la scena. Al nord dell'Europa e nell'America del Nord il vecchio simpaticone compare sulla proscenio della ricorrenza dopo la riforma protestante del 1517: Lutero rifiuta la figura dei santi.

Il vecchio simpaticone rievoca i miti nordici e il dio Odino: ogni anno con il solstizio d'inverno Odino organizza  una caccia per gli dei e i bambini sono soliti a mettere nei loro stivali  carote, paglia e zucchero per sfamare il cavallo alato Sleipnir. Odino come ricompensa allora mette negli stivali dei bambini dolciumi e regali. La tradizione cristiana compara Odino al vescovo San Nicola che muore il 6 dicembre del 346 in Russia. Nella mitologia greca dispensatore di regali è stato il dio del mare Poseidone. E' nel 1823 che il vecchio simpaticone diventa Santa Claus e porta i regali il 25 dicembre. La data coincide con la festa cristiana della nascita di Gesù di Nazareth:la più antica raffigurazione della Vergine con Gesù di Nazareth è presente nelle Catacombe di Priscilla sulla Via Salaria a Roma, del II secolo.

Continua a leggere
  1403 Visite
1403 Visite

Il colore della moda come sintomo

colore modaNiente è dato al caso, nemmeno i colori dei tessuti sono il prodotto dell'estro di chi li porta. I colori della 'moda' contemporanea sono l'espressione dell'insieme di fattori che toccano vari aspetti della contemporaneità. Il colore della moda che prevale su altri è il processo di una serie di eventi che si incastrano, si combinano e costituiscono un percepito fenomenico che va a coprire una massa di corpi, spazi urbani e sociali.

Il colore dominante di questo momento è il nero.

Nero è il vessillo dell'Isis, nero è  lo chador, nero sono le giacche, i pantaloni, i vestiti degli occidentali. Basta fermarsi in una qualsiasi stazione ferroviaria di una città, di un aeroporto, guardare con occhio attento le news televisive per cogliere il prevalere del nero. 

Continua a leggere
  1349 Visite
1349 Visite

Cronos, Glo, Loc e il Té

Ilice di CarrinuIl big beng stabilisce il prima e il poi del tempo, la sua etimologia richiama il mito di Cronos, figlio di Urano dio del cielo e di Gea madre terra.

Il mito narra che ogni notte Urano fecondi Gea. Urano rifiuta i figli, li nasconde in grotte e caverne impedendo loro di vedere la luce (rifiuto-negazione). Gea in accordo con i figli (tradimento) decide di vendicarsi (vendetta) e prepara la condanna. Crono, il più giovane, uccide il padre Urano (parricidio), lo evira con la falce donatagli dalla madre (castrazione).

Dal sangue caduto a terra nascono le Erinni, i Giganti, le Ninfe che danno inizio alla stirpe umana; il pene cadendo nell'acqua di mare origina Afrodite (amore-bellezza-fecondità).

Continua a leggere
  1283 Visite
1283 Visite
0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

News Letters

0
condivisioni