Pubblicità

Mia cognata soffre di ossessioni e fobie (1445449040170)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 1742 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoChiocg, 52

 

D


Salve , volevo chiedervi un aiuto: mia cognata soffre di ossessioni e fobie.


Lei pensa di essere spiata ed osservata dalla polizia e vive segragata in casa con le finestre completamente abbassate.
Ovviamente tutto questo non è reale; per cui qualche tempo fa, visto che la famiglia cercava di coinvicerla del contrario, per cercare di farsi credere ha tentato il suicidio.
Ha quindi subito un ricovero per 15 giorni presso il reparto di igiene mentale in un ospedale della mia zona ed è stata dimessa con l'affidamento al CSM.
Per un periodo è stata in cura e le sono stati somministrati farmaci per tranquillizzarla. Dopo l'ultimo controllo, lo psichiatra che l'aveva in affido ha reputato fosse il caso di sospendere le cure. Ora, dopo un breve periodo di circa 6 mesi, le fobie sono ricominciate.
Vorremmo aiutarla in qualche modo senza fare degli atti eclatanti (tipo una richiesta di TSO) ma purtroppo tutte gli esperti che abbiamo consultato ci hanno detto che non c'è altra via.
Abbiamo ricontattato il CSM , ma ci hanno risposto che possono intervenire solo se il paziente ne fa richiesta e non possiamo essere noi a richiedere questa cosa.
La nostra paura è tanta, sia per il fatto che potrebbbe farsi ancora del male sia per il fatto che potrebbe farne ad altri.
Stiamo cercando di aiutarla, ma ci sentiamo impotenti.
Cortesemente potete darci anche un vostro parere?
Grazie infinite,
saluti.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 


Gentile utente,
da ciò che scrive apprendo che la condizione di sofferenza di sua cognata è sfociata in una patologia a carattere psichiatrico. Le malattie psichiatriche solitamente bisognerebbe trattarle in un setting co-terapeutico. Tale contesto di cura prevede la figura di uno psichiatra, che si occupa della parte farmacologica, coadiuvata sinergicamente da uno psicoterapeuta, che si prende cura della cosmologia psichica interna della persona. Non è possibile escludere nessuna delle due figure terapeutiche. A mio avviso bisogna intercettare sul territorio due figure sanitarie che sappiano e vogliano lavorare insieme all’interno di un tandem psicoterapeutico. Credo che questa soluzione costituisca un possibile tentativo per non procedere con ricoveri coatti. Le ricordo che la cura di un individuo è paragonabile ad un abito di alta sartoria e necessita di essere cucita ad hoc per la persona e sulla persona. Qui rientra la bravura delle figure che lavorano nel campo della salute mentale. Cerchi dei bravi “sarti” che possano aiutarla. Vicina alla sua difficoltà, le auguro di riuscire nell' intento.
Un caro saluto,
Dr.ssa Valentina Bonaccio

 

 
Pubblicato in data 30/10/2015
 
 

Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 
 
 

                   

Tags: ossessioni fobie spiata osservata

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

Il metadone

Il metadone è un oppioide sintetico, usato in medicina come analgesico nelle cure palliative e utilizzato per ridurre l'assuefazione nella terapia sostitutiva d...

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

News Letters

0
condivisioni