Pubblicità

Indecisione e paura di essere felice (1569742705241)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 872 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellesperto

Dusy, 31

domanda

Purtroppo penso che la mia storia sia arrivata al termine. sono 10 anni che sono fidanzata di cui 4 di convivenza e prima di questa una storia, diciamo a distanza, non siamo mai stati nella stessa città contemporaneamente.


Questo stare lontani ci rendeva uniti, quando ci vedevamo era sempre un modo per sentirsi di nuovo una cosa sola.

Ora purtroppo a 31 anni io e 30 lui, appena traslocato nella casa nuova che doveva essere la nostra casa e non più in affitto, si è rotto tutto.... fino a 8 mesi fa volevo fare un ulteriore passo, il matrimonio, il coronamento di questa lunga storia quasi perfetta...ed invece io lo rincorrevo e lui niente, memore del fallimento dei suoi genitori e ci siamo sempre più allontanati, o meglio io mi sono allontanata.

Ho conosciuto un altra persona, gli ho dato spazio nella mia vita e da mesi ci frequentiamo, mi ha fatto sentire di nuovo voluta, desiderata, amata a modo suo. Mi ha messo a disposizione una casa che ha liberato per farmi andare via da quella in cui convivo e ricominciare.

Eppure....dopo mesi di richieste di chiudere la mia relazione ha deciso di troncare anche lui perchè non ce la fa più, non vuole fare l'amante ma il fidanzato, vivermi alla luce del giorno e costruire qualcosa con me (in eccesso parlava anche di matrimonio ecc...) e chissà forse questo era quello che cercavo.

Ora sono combattuta, non credo tanto tra l'uno o l'altro ma tra il restare e recuperare, o salvare la facciata della mia relazione stabile, e vivere me stessa in libertà e chi lo sa ritentare di recuperare l'altro.

Ho appena iniziato un lavoro che forse mi può permettere di essere un minimo indipendente, la mia famiglia non mi lascia sola ma sono lontani, quindi non è possibile nemmeno tornare a casa e ripartire, poi i miei non stanno bene e mia sorella si deve sposare.

Insomma una situazione critica...avrei tanto bisogno di aiuto....sono indecisa per natura, anche tra un paio di scarpe faccio fatica a scegliere.

Non mi sono mai piaciuta e ho paura di essere felice. Non mi risponda con "prova a capire cosa vuoi", perchè non lo so.

Grazie e scusi per il papiro.


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


risposta

Gent.le Dusy,

per decidere prima dovresti capire te stessa e ciò che vuoi. Non si può scegliere se non si capisce cosa si cerca. Cosa vuoi nella tua relazione affettiva?. Qual'e' la direzione che vuoi intraprendere e gli obiettivi che vuoi raggiungere? Fai chiarezza in te stessa e poi decidi con il cuore.

Chi è l'uomo con cui vorresti condividere tutta la tua vita, amandolo con i suoi pregi e i suoi difetti.Ti suggerisco di richiedere il supporto di uno Psicoterapeuta in grado di sostenerti e di aiutarti a conoscere fino in fondo te stessa.

Per avere reale intimità con gli altri prima bisogna avere intimità con la propria persona, fare amicizia con se stessi e lasciarsi amare da chi ti accetta così come sei.

Buon cammino

Cordiali saluti

 

Pubblicato in data 01/10/2019

A cura della dottoressa Iolanda Lo Bue


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: consulenza online gratuita indecisione relazioni coppia famiglia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Acalculia

L'acalculia è un deficit di calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale la definì c...

News Letters

0
condivisioni