Pubblicità

Tradimento (1445958801340)

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 1360 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoBanale, 32

 

D

 


Dopo 8 anni di convivenza e amore, ho tradito il mio compagno senza quasi rendermene conto, invischiata in una storia che non ho cercato e che mi è piovuta addosso e dalla quale adesso faccio fatica a uscire.

L'altro è il collega, sposato, quello che hai tutti i giorni a fianco, che ti guarda come se volesse mangiarti con gli occhi e ti fa mandare la testa in confusione.
E' accaduto tutto in un mese, dichiarati, incontrati, amati: tutto sapendo che sarebbe diventato padre di un bimbo fortemente voluto. Ultimo incontro tre giorni prima del parto. Il bimbo è nato adesso: noi ci siamo rivisti, lui guarda basso il pavimento, imbarazzatissimo. Io cerco di essere l'amica che lo accompagna, in silenzio, in questa nuova esperienza senza più pretese. Mi ferisce che mi ignori, mi ferisce che non mi parli più come prima e che non scherziamo più come prima.
Ho pensato di lasciare il lavoro e allontanarmi dall'incubo. Non so come affrontare la situazione..nel frattempo la mia relazione è ancora in piedi, in qualche modo in equilibrio sulla fune..

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R


Gentile Utente,
dalle sue parole comprendo che ciò che le pesa maggiormente in questo momento sia il cercare una modalità per affrontare la situazione, o meglio per lenire il suo vissuto di sofferenza.
Spesso, a torto o a ragione, pensiamo che scappare sia la soluzione migliore. Lasciare il lavoro potrebbe essere una mossa azzardata, oserei dire un autoscacco. Il capolinea di una relazione porta inevitabilmente il confronto con una fine che possiamo negare o rimuovere, ma non cancellare.
La segretezza della sua relazione amorosa inoltre intensifica il suo vissuto di tormento interiore. La invito a cercare un aiuto psicologico che la supporti nell'esternare e nell'eleaborare questo doloroso lutto. Magari potrebbe scoprire il perché abbia sentito la necessità di trovare un appagamento al di fuori della sua storia “ufficiale”. Credo che anche questo punto contribuisca ad acuire la sua sofferenza.
La saluto scrivendole uno spaccato di uno scritto di Umberto Galimberti, famoso filosofo e psicoanalista. “Se il tradimento non è solo un esercizio di sessualità a bassa definizione, io penso che abbia una sua dignità e soprattutto che non debba essere giudicato […]. Tradire un amore, tradire un amico, tradire un'idea, tradire un partito, tradire persino la patria significa infatti svincolarsi da un'appartenenza e creare uno spazio di identità non protetta da alcun rapporto fiduciario, e quindi in un certo senso più autentica e vera. Nasciamo infatti nella fiducia che qualcuno ci nutra e ci ami, ma possiamo crescere e diventare noi stessi solo se usciamo da questa fiducia, se non ne restiamo prigionieri, se a coloro che per primi ci hanno amato e a tutti quelli che dopo di loro sono venuti, un giorno sappiamo dire: "Non sono come tu mi vuoi"....".
Cari saluti.
Dr.ssa Valentina Bonaccio

 

(a cura della Dottoressa Valentina Bonaccio)

 

Pubblicato in data 23/11/2015

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: amore confusione tradimento convivenza tradito compagno collega bimbo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Disturbo di conversione

Consiste nella perdita o nell’alterazione del funzionamento fisico, all’origine del quale vi sarebbe un conflitto o un bisogno psicologico I sintomi fisici non...

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

News Letters

0
condivisioni